CONTATTACI

Se voui avere maggiori informazioni puoi contattarci ai seguenti numeri ed indirizzi email:

Pantecnica SPA
T. 39 02 93261020
F. 39 02 93261090
E. info@pantecnica.it

Pantecnica Service Srl
T. 39 02 36548850
F. 39 02 36548851
E. service@pantecnica.it

Oppure puoi compilare online il nostro modulo di richiesta informazioni

Pantecnica
   

Guarnizioni e Antivibranti

L'uso di gruppi antivibranti a molle in acciaio

L'uso di gruppi antivibranti a molle in acciaio
Nella ristrutturazione di un locale situato al piano strada di uno stabile abitativo sono state adottate una serie di soluzioni tecniche di insonorizzazione, ritenute necessarie a causa del cambio di destinazione d’uso del locale come pubblico esercizio, con piano terra e piano soppalcato su struttura in acciaio e con scala di accesso anch’essa in acciaio. Il rumore e le vibrazioni da calpestio originate sul soppalco e sulla scala di accesso infatti, se non adeguatamente controllati, avrebbero potuto provocare rumorosità e fastidi intollerabili per gli avventori e per il vicinato. Il progetto della ristrutturazione è stato curato e portato a compimento dallo studio di ingegneria Marzotti e Santoro di Trieste che ha redatto un dettagliato rapporto sulla cui base è stata operata la scelta di ricorrere all’applicazione di gruppi antivibranti a molle in acciaio, di basse frequenze, delle tipologie Asonator e Isotop di Pantecnica SpA di Rho (Milano). La soluzione tecnica. Il soppalco è realizzato con un telaio metallico, travi Heb 260 e Heb 200, su cui poggia una soletta in lamiera grecata ricoperta da un getto di calcestruzzo che copre le travi metalliche di supporto. L’allestimento del soppalco è completato da un rivestimento realizzato con pavimentazione a piastrelle. L’isolamento della struttura dai rumori da calpestio è ottenuto mediante la sospensione del solaio su 6 supporti a molle metalliche a bassa frequenza propria e con il suo completo disaccoppiamento meccanico dalle pareti del locale. L’accesso al soppalco è assicurato da una scala metallica fissata in alto al telaio metallico di sostegno e in basso appoggiata su 2 supporti a molle metalliche aventi la stessa frequenza propria dei supporti a molle di sostegno del soppalco. L’attenuazione della velocità di vibrazione trasmessa alle strutture dell’edificio, rispetto al valore che si avrebbe in assenza di molle e con le travi del telaio metallico direttamente fissate ai muri perimetrali del locale, è dell’ordine di -20 dB(A), per frequenze eccitanti di 60-70 Hz e supera i -30 dB(A) per frequenze eccitanti comprese tra 300 e 500 Hz. Questi valori dell’attenuazione sono confrontabili con quelli ottenuti da un pavimento galleggiante correttamente progettato e realizzato. Perciò la soluzione adottata di sospendere il soppalco su molle metalliche a bassa frequenza propria e di tenerlo completamente distaccato dalle pareti dell’edificio, può essere considerata una valida alternativa all’impiego di un pavimento galleggiante.
 

 

L’uso di gruppi antivibranti a molle in acciaio, p.38, IMP 02/2009, Tecniche Nuove, Milano.

 

Scarica l'articolo: L’uso di gruppi antivibranti a molle in acciaio 

 

Author: Giorgia Felici/lunedì 16 marzo 2009/Categories: Sala Stampa

Number of views (1791)/Comments (0)

Tags:

0 comments on article "L'uso di gruppi antivibranti a molle in acciaio"